Sul perché le persone pagano o meno le tasse, il dibattito politico ed accademico è ampio, e sono state fornite numerose spiegazioni. Alcune di queste tirano in ballo ragioni intrinseche quali i valori morali, la vergogna, o la cultura, mentre altre danno spiegazioni estrinseche, come il rischio di ricevere sanzioni economiche. In alcuni contesti, le persone, a causa di una informazione imperfetta, potrebbero sottovalutare sia il livello di adempimento spontaneo dei contribuenti (“tax compliance” ) sia l’efficacia della riscossione delle imposte (“enforcement”). Ciò può condurre alla decisione di evadere le tasse come una forma di “norma sociale”.

In uno studio sulle tasse di proprietà in Perù, Lucia del Carpio osserva che svelare il tasso di adempimento medio alla normativa da parte dei vicini ha un effetto significativo sull’adempimento individuale. Al contrario, rivelare il tasso di riscossione non sembra essere una strategia altrettanto efficace

Questa è una lezione importante per comprendere il ruolo giocato dalle norme sociali in alcuni contesti istituzionali particolarmente deboli e sulla possibilità di sfruttare semplici nudges (spinte gentili) per spostarsi da cattivi equilibri e per rompere circoli viziosi.